Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti. Continuando la navigazione se ne accetta l'utilizzo.
Per maggiori informazioni sulle caratteristiche e sulle modalità di disattivazione di tali cookie si veda l'informativa estesa.

Azione di informazione, comunicazione, sensibilizzazione e pubblicità

Inaugurato “Il sogno di Andrea”

murales

Nell'ambito del festival dell'Arte sul Mare, sabato 15 Giugno è stato inaugurato un murale, omaggio al nostro concittadino Andrea Pazienza e liberamente ispirato a "Altrosogno" del regista Dante Albanesi. Un gruppo di allievi delle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado "M. Curzi", tra pittori e autori di sogni, coordinati dalle quattro insegnanti di arte e immagine, prof.sse Barbetta, Cichetti, Mazzocchi e Mercuri, hanno realizzato presso Il molo sud di San Benedetto del Tronto, un saggio di quanto ispirato  dal progetto triennale d'Istituto Arte e bellezza”.

La realizzazione dell’opera è stata una interessante opportunità formativa ed educativa, un’importante sfida di mediazione fra teoria e pratica, progettualità e improvvisazione, regole e libertà creativa, ed ha inteso anche favorire la conoscenza e il rispetto per i luoghi in cui i ragazzi vivono, dando loro spazi e tempi ed educandoli a sviluppare l’amore per il bello.

Aprendo una parete ideale, dilatando lo spazio e avendo la possibilità di effettuare un arredo urbano, in uno spazio pubblico vicino agli allievi, lo stesso che Pazienza frequentava alla loro età, è stata data l’occasione per vivere in prima persona un’esperienza di cittadinanza attiva, mettendosi da protagonisti al servizio del territorio. I partecipanti hanno potuto conoscere gli aspetti fondamentali di una forma creativa, quella dei “Graffiti”, da cui traggono spunto le ultime tendenze della comunicazione e dell’arte contemporanea, stimolando la creatività e imparando le tecniche da cui nascono le più conosciute opere visibili in molte città. L’immagine racconta di gioventù, libertà, ma anche di riflessioni sul futuro: nei fogli galleggianti a fior d’acqua, che si liberano nel cielo in fattezze di gabbiani, è possibile leggere sogni e desideri, le speranze dell’avvenire.